Sabato a Udine l'atteso live di Peppino di Capri. Aprirà la pianista Laura Furci

Sabato a Udine l'atteso live di Peppino di Capri. Aprirà la pianista Laura Furci

Dopo gli emozionanti concerti di Massimo Ranieri e dei Musici di Francesco Guccini, entra nel vivo il calendario della rassegna Udine Vola 2020, contenitore di concerti e spettacoli del Castello di Udine, giunto alla 6° edizione. Sabato 8 agosto sul palco un’autentica icona della musica italiana, Peppino Di Capri, che trascinerà il pubblico in un viaggio attraverso le canzoni di sessant’anni di straordinaria carriera, che conta anche ben quindici partecipazioni all’attivo al Festival di Sanremo. Ad impreziosire la serata ci sarà, in apertura, l’esibizione di Laura Furci, pianista e compositrice dalla grande vena creativa. I biglietti per il doppio evento musicale sono ancora disponibili su Ticketone e lo saranno anche alla biglietteria di Piazza Libertà dalle 18.30, mentre le porte al pubblico apriranno alle 19.30. L’opening act di Laura Furci inizierà alle 21.15 e a esso seguirà l’esibizione di Peppino Di Capri. Info su www.azalea.it.

Sessant'anni di musica, una carriera sulla cresta dell'onda e l'amore del pubblico che lo accompagna da sempre. É diventato popolare, a partire dagli anni Sessanta, grazie alle sue interpretazioni dei classici napoletani in chiave moderna. Peppino Di Capri è stato l’unico cantante italiano a salire sullo stesso palco calcato dai Beatles, in occasione dei loro tre leggendari concerti italiani: Milano, Genova e Roma. Il grande successo arriva con le partecipazioni al Festival di Sanremo: nel 1973 vince con “Un grande amore e niente più”, e si ripete nel 1976 con “Non lo faccio più”. Sicuramente fra le voci più amate e conosciute del panorama musicale italiano, nel suo concerto ripercorre oltre sessant’anni di carriera caratterizzata da successi che lo hanno reso celebre in tutto il mondo, da “Roberta” a “Champagne”, da “Let’s twist again” (primo Disco d’oro con un milione e duecentomila copie vendute) a “St. Tropez twist”, da “Me chiamme ammore” a “Voce ’e notte”, da “Malatia” a “Nun è peccato” (un 45 giri che vendette un milione di copie), da “E mo’ e mo’” a “Il sognatore” e tanti altri successi ancora.

Laura Furci, compositrice, pianista, paroliera e cantante, è una delle nuove voci affermatesi in Italia nella scena della musica creativa. Il jazz, le sonorità brasiliane, l'accento del sud della Spagna, marcano l'identità di una artista di formazione classica con una inquietudine senza limiti. Ha condiviso il palcoscenico con Javier Colina e Guillermo McGill in Spagna, con Ugonna Okegwo, Colin Stranahan, David Binney a New York, con Nico Lippolis a Berlino, con il maestro Al Jarreau in Italia, fra gli altri. Sabato al Castello di Udine proporrà un concerto intimo per piano e voce in cui canterà alcuni brani inediti, per la prima volta in lingua italiana, oltre a alcuni dei brani immancabili nel suo repertorio uniti a qualche cover internazionale.

Fra i prossimi concerti della rassegna Udine Vola troviamo Francesca Michielin (10 agosto), Pink Sonic (19 agosto), Arturo racconta Brachetti (22 agosto), Morgan e #Voltalacarta (27 agosto), Marlene Kuntz (28 agosto) e Marco Masini (29 agosto). Biglietti in vendita, info su www.azalea.it .