La Pallamano Trieste trionfa a Malo e continua la rincorsa al vertice della classifica

La Pallamano Trieste trionfa a Malo e continua la rincorsa al vertice della classifica

Pallamano Malo - Pallamano Trieste 26-29 (15-16)

Pallamano Malo: Gaiu, Marchioro 3, Zanella 1, Rampon, Dalla Vecchia, Saccardo, Bertoldo, Berengan, Battistello, Sartori 2, Meneghello 8, Zanella 3, Grotto 6, Kovreta 3, Crosara, Campagnolo. All.: Marchioro

Pallamano Trieste: Postogna, Zoppetti, Radojkovic J. 10, Mazzarol 3, Pernic, Di Nardo 2, Baragona, Valdemarin 2, Visintin 4, Del Frari 1, Sandrin 7, Perin, Oblascia. All.: Radojkovic F.

Arbitri: Colombo-Rizzo

 

Secondo successo consecutivo per i biancorossi che espugnano il campo di Malo in un match ostico dove le due contendenti hanno dato vita ad una sfida decisamente combattuta, risolta nei minuti finali da una Trieste determinata ad ottenere il massimo risultato.

La cronaca. I padroni di casa sbloccano il tabellone (2-0 al 2'), l'asse giuliana composta da Visintin-Sandrin provvede a ripristinare subito la perfetta parità (2-2 al 3') trovando, successivamente, con Di Nardo il gol del vantaggio (3-4 al 6'). A questo punto sale in cattedra Jan Radojkovic, tre reti consecutive del terzino alabardato portano Trieste sul +2 (5-7 al 10'), i veneti impattano con Marchioro su rigore (8-8 al 13') in una sfida che resta piuttosto equilibrata sino alla conclusione del primo tempo (15-16 al 30').

Nella ripresa le parate di Zoppetti ed un parziale di 3-0 (15-19 al 36'), a cui va sommata la rete del +4 messa a bersaglio da capitan Visintin (17-21 al 43'), fanno ben sperare ai triestini che sembrano controllare senza grossi patemi una gara sempre più fisica, a farne le spese è Jan Radojkovic (colpo alla testa non sanzionato) costretto ad uscire dal campo. I veneti, riordinate le idee, provano a rientrare in partita (21-22 al 49') ma Trieste non allenta la presa: un superlativo Zoppetti tra i pali e due reti di Mazzarol chiudono di fatto l'incontro (24-28 al 58'). Finisce 26-29.        

Chiara l'analisi del ds biancorosso Oveglia: "Oggi è venuta a mancare la difesa, bravi sono stati gli avversari ad approfittarne per disputare una buona partita, nel secondo tempo Zoppetti ha compiuto alcuni interventi importanti. Potevamo forse chiuderla prima, ma alcune nostre sospensioni ci hanno senz'altro creato alcune difficoltà. Venendo ai singoli devo dire che bene ha fatto Mazzarol nel finale a mettere l'incontro in ghiaccio. Vanno pure ricordate le assenze pesanti di Urbaz e Pernic, contiamo di recuperarli al più presto".