Covid, in arrivo i test per verificare il livello di anticorpi

Covid, in arrivo i test per verificare il livello di anticorpi
In arrivo nuovi test per verificare la quantità di anticorpi prodotti in risposta alla malattia da Covid o dal vaccino. Una novità importante soprattutto in quanto "in futuro potrebbe diventare sempre più importante individuare il momento esatto nel quale è ora di fare il richiamo e potrebbe diventare anche un modo per contingentare i vaccini", ha spiegato il virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca. I nuovi test, più semplici ed economici di quelli sierologici che potranno essere effettuati o acquistati in farmacia, indicheranno una soglia oltre la quale si è protetti: 500 BAU per millilitro. Un secondo tipo di test è invece quello semi-quantitativo, anche questo basati su un'analisi del sangue prelevato con il pungidito, che indica l'intensità degli anticorpi attraverso una banda colorata, da 300 BAU che corrisponde a un basso livello di protezione, fino a 1.000 BAU. Infine, la terza tipologia di test è effettuata tramite il dosaggio dell'interferone in seguito alla stimolazione delle cellule immunitarie chiamate linfociti T memoria: il sangue ottenuto con prelievo ematico, viene introdotta in una provetta nella quale è già presente un pull di antigeni del virus SarsCoV2 che andranno immediatamente a stimolare i linfociti T memoria.