Triestina, bella unione a Sezana, vittoria 1-3 in amichevole

Triestina, bella unione a Sezana, vittoria 1-3 in amichevole
NK TABOR SEZANA – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918  1-3 (P.T. 0-2)
 
Marcatori: 42′ Steffè, 43′ Gatto, 55′ Mensah, 78′ Specogna
 
NK TABOR SEZANA (): Rener, Hlad, Yameogo, Salkic, Horvat, Vukelic, Doukoure, Sever, Ndzengue, Stevanovic, Laukzemis. Entrati nella ripresa: Sugic, Milosev, Pittinari, Specogna, Stare, Zebic, Mahne, Kompare, Vidmar.  All. Mauro German Camoranesi
 
U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-3): Offredi (65′ Matosevic); Laverone, Cernuto, Lambrughi (46′ Signorini), Brivio (61′ Loschiavo); Steffè, Lodi (61′ Salata), Giorico (46′ Formiconi); Sarno (46′ Mensah), Granoche (46′ Gomez), Gatto (46′ Procaccio).  A disp: Rossi.  All. Carmine Gautieri
 
 
 
A pochi giorni dalla sfida playoff di domenica (questa sera si saprà l’avversaria), l’Unione cerca benzina e minuti preziosi nelle gambe affrontando un test amichevole sul campo del Tabor Sezana, compagine al settimo posto della Serie A slovena e reduce da sette turni di campionato già disputati dopo la ripresa post Covid-19. Unione con diverse assenze ma fedele al 4-3-3 di mister Gautieri, in difesa coppia centrale Lambrughi-Cernuto davanti a Offredi, sugli esterni Laverone e Brivio. Centrocampo con Lodi vertice basso affiancato da Steffè e Giorico, in avanti è Granoche il terminale centrale supportato da Sarno e Gatto.
 
Il caldo soffocante non impedisce alle due squadre di fronteggiarsi su ritmi e toni agonistici apprezzabili, il primo spunto è di Sever con un mancino debole a lato dai venti metri. Decisamente più pericolosa l’Unione al 9′, corner di Lodi prolungato da Steffè, Horvat chiude a Gatto il comodo tap-in da due passi. Al 16′ Cernuto lancia profondo trovando Gatto, gran controllo a seguire e chiusura bassa provvidenziale di Rener, la respinta finisce a Granoche che manda alto col destro dal limite. Chance importante a metà frazione per il Tabor con Laukzemis, lavoro nello stretto e sinistro sporcato da Cernuto che si infrange sul palo esterno. Al 27′ seconda opportunità importante per i padroni di casa, Sever pesca il taglio in area di Stevanovic, destro sbilenco da ottima posizione. Alla mezz’ora si accende Sarno, grande serpentina partendo da destra chiusa da un mancino sul secondo palo sul quale Rener si supera. Al 38′ ancora Rener prodigioso su un cross di Sarno a cercare Steffè, l’estremo sloveno toglie la sfera al centrocampista alabardato sul punto di ribadire in rete. Si rivede il Tabor al 40′, destro velenoso di Ndzengue, Offredi non rischia la presa e manda in angolo, poi senza esito. Al 42′ l’Unione passa, Lodi da sinistra inventa una gran palla dentro, Steffè col piattone supera l’uscita di Rener. Un minuto più tardi raddoppio alabardato con una giocata da manuale, Brivio da sinistra tocca centrale per Giorico, sponda di tacco a premiare la corsa di Gatto che di prima indirizza un imprendibile destro sul secondo palo, la sfera incoccia il palo interno e si insacca.
 
Girandola di cambi nella ripresa e prima emozione a vedere la terza rete dell’Unione al 10′, gran lavoro di Gomez al limite, controllo e tocco dentro per Mensah che trova l’angolo lontano col diagonale destro. La sfida offre meno emozioni del primo tempo, la Triestina ci prova comunque ancora con Laverone al 25′, il suo diagonale destro termina largo sul fondo. A 10′ dal termine gol della bandiera per la compagine slovena, da una punizione decisamente dubbia si innesca una palla vagante ai venti metri, Specogna trattiene vistosamente Procaccio rubando palla e presentandosi a tu per tu con Matosevic, per l’arbitro è tutto regolare e il centrocampista di casa insacca l’1-3. E’ di fatto l’ultimo spunto di rilievo di un test utile per entrambe le squadre, a distanza di quattro mesi dall’ultima uscita ufficiale la Triestina ritrova positiva confidenza col ritmo partita, mettendo minuti importanti in vista della sfida playoff da dentro o fuori di domenica.
 
Ph. Matteo Nedok Sports Photographer