Baseball, inaugurato il campo di Prosecco: “piccolo miracolo” sul Carso, soddisfazione Dipiazza

Baseball, inaugurato il campo di Prosecco: “piccolo miracolo” sul Carso, soddisfazione Dipiazza

Giovedì 9 luglio è avvenuto “un piccolo miracolo” sul Carso.

A Prosecco dopo 15 anni di totale abbandono è stato ripristinato e ieri inaugurato il campo di baseball. L'impianto ha già ricevuto la prevista omologazione dalla FIBS e il 19 luglio ospiterà la prima partita del campionato nazionale di serie C della squadra di casa, la IsCopy-Junior Alpina.

Questo risultato straordinario è stato raggiunto nel giro di pochi mesi dalla concessione dell'impianto alla A.S.D. Junior Alpina deliberata dal Comune di Trieste il 2 Marzo 2020.

In questo brevissimo lasso di tempo coincidente inoltre con la pandemia del Coronavirus,  la Junior Alpina è riuscita a ripristinare interamente il campo di gioco abbandonato da tre lustri ed a renderlo perfettamente funzionante.

Grande è stata quindi la sorpresa del pubblico e delle autorità intervenute alla cerimonia di apertura nel vedere completamente cambiato un impianto sportivo che prima del blockdown era devastato dall'incuria, tanto da essere menzionato tra le autorità comunali come il “Triangolo delle Bermude”, citando le parole dette dall'assessore Giorgio Rossi intervenuto alla cerimonia; anche il sindaco del Comune di Trieste Roberto Dipiazza si è dichiarato “esterrefatto” per quanto ha visto e disponibile ad aiutare in futuro la Junior Alpina nel completamento dell'opera di ristrutturazione.

Gli interventi del Presidente nazionale della FIBS Andrea Marcon, del Presidente del Comitato Regionale del CONI FVG Giorgio Brandolin e dell'Assessore allo Sport del Comune di Sgonico si sono inoltre focalizzati sul fatto che nessuno ormai credeva possibile il recupero dell'impianto e tanto meno in così poco tempo e senza alcun contributo pubblico.

La cerimonia è proseguita con la presentazione, seguendo tutte le norme di igiene e sicurezza, delle 7 formazioni della Junior Alpina schierate sul campo di gioco tra due ali formate dal numeroso pubblico intervenuto alla cerimonia.

E' seguito il rituale brindisi con taglio del nastro fatto dal Presidente della Junior Alpina Pasqualino Izzo, l'unico che ha fermamente creduto fin dall'inizio nella possibilità di restituire alla comunità ed allo sport l'impianto di baseball di Prosecco, il “diamante”  più grande della regione.