«Trst Je Nas - S.T.O. CA**O», furibonda reazione di Casapound in risposta all'imbrattamento

«Trst Je Nas - S.T.O. CA**O», furibonda reazione di Casapound in risposta all'imbrattamento

Apparso nella notte all'Ex confine valico di Basovizza uno striscione a firma di CASAPOUND (in evidenza il logo) con la scritto «Trst Je Nas - Sto cazzo», in risposta all'imbrattamento apparso un paio di giorni fa sempre nello stesso punto "Svobodno tržasko ozemlje" (cioè "Territorio Libero di Trieste", stella rossa e "Trst je nas" ("Trieste è nostra").

La denuncia del primo striscione apparso era stata fatta dall'Unione degli Istriani, di cui vi riportiamo il comunicato:

 

Cari Amici,

già ieri pomeriggio ci era stata segnalata la presenza, sul lato strada dell'edificio ora abbandonato, destinato agli organi di frontiera italiani in corrispondenza del confine Italo sloveno di Basovizza-Lipizza, di questa scritta in vernice rossa.

"Svobodno tržasko ozemlje" (cioè "Territorio Libero di Trieste", stella rossa e "Trst je nas" ("Trieste è nostra") è ciò che con qualche vistoso errore (voluto oppure no, ma che potrebbe fare pensare che a scrivere sia stato qualcuno che non conosce bene lo sloveno), si legge: il regalino, probabilmente, che qualcuno ha voluto farsi per il 15 settembre, in ricordo dell'entrata in vigore del Trattato di Pace del 1947 che ha mutilato la Venezia Giulia.

Confidiamo nella rapida cancellazione di tutto da parte di chi è preposto a farlo.