L’Armonia, Presentata a palazzo Gopcevich la 36esima stagione del teatro in dialetto

L’Armonia, Presentata a palazzo Gopcevich la 36esima stagione del teatro in dialetto
A Palazzo Gopcevich, alla presenza del Sindaco Roberto Dipiazza e dell’Assessore ai Teatri Serena Tonel - e di  Giuliano Zannier, presidente de L'Armonia con i vice presidenti Paolo Dalfovo e Giorgio Fonn e il direttore artistico nonché vice presidente FITA-UILT FVG, Riccardo Fortuna, Sabrina Censky Gojak, relazioni esterne e ufficio stampa de L'Armonia, Dario Marin, private banker Banca Mediolanum - main sponsor della Stagione Teatrale - si è tenuta l’illustrazione della 36a Stagione del Teatro in Dialetto Triestino, organizzata e promossa da L’ARMONIA – Associazione tra le Compagnie Teatrali Triestine (affiliata F.I.T.A. – F.I.T.A.-U.I.L.T. FVG). Una presenza costante nel panorama teatrale triestino. Un ritorno sulle scene del Teatro “Silvio Pellico” di via Ananian, tanto voluto e tanto atteso dal pubblico, nonostante le incertezze incontrate in merito all’utilizzo dei teatri a causa del virus Covid-19. Una ripartenza che rispetterà tutte le norme imposte dal periodo che stiamo vivendo per poter offrire un “Teatro in Sicurezza!”. Con il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste. Main sponsor della Stagione è Banca Mediolanum presente da sei anni al fianco de L’ARMONIA. L’evento è inserito nel Progetto L’ARMONIA TEATRO AMATORIALE sostenuto con fondi regionali dalla F.I.T.A. – U.I.L.T. FVG.
 
 
“Nonostante il periodo difficile che stiamo passando, la città è viva e sta ripartendo alla grande, sia in ambito turistico che in ambito culturale e con l’attività dei teatri, nostro punto di orgoglio – ha sottolineato il Sindaco Dipiazza, rivolgendo un plauso all’impegno e alla passione portati avanti con instancabile entusiasmo da L’Armonia e dalle compagnie teatrali cittadine. E indirizzando un caloroso invito ai triestini: “andiamo tutti a teatro!”.
 
L’assessore Tonel ha parlato di una Stagione de L’Armonia tra le più interessanti e importanti, proprio per il periodo che stiamo attraversando, rimarcando il potere e la forza del dialetto nella cultura del territorio. Una produzione costante di spettacoli che testimoniano il trascorso storico-culturale della nostra città, un vero e proprio Teatro Stabile del Dialetto Triestino che, unico in Italia, presenta, ininterrottamente dalla sua fondazione nel 1984, Cartelloni con testi originali messi in scena dalle Compagnie associate. Infine ha rivolto un grande “in bocca al lupo” a una Trentaseiesima Stagione che sarà sicuramente un successo!.
 
Gli spettacoli de L’Armonia traspongono testi già noti, ma con ambientazioni e parlata genuinamente triestini, o che presentano testi originali che portano in scena il presente con le sue tematiche. Sono state prodotte 341 commedie in dialetto triestino, in gran parte testi originali ed inediti, 2.035 repliche, 451.089 presenze sin dal suo apparire, per il solo Teatro Silvio Pellico.
 
Divertimento, tradizione e cultura pertanto con le Compagnie de L’ARMONIA e la passione, la simpatia e l’entusiasmo di chi ama il Teatro e si prodiga per farlo, al fine di diffondere il patrimonio culturale e le tradizioni popolari che la Città e il Dialetto Triestino rappresentano.
 
 
La nuova Stagione prenderà il via il 16 ottobre e si concluderà a fine marzo (venerdì e sabato ore 20.30, domenica ore 16.30) nella storica sede del teatro “Silvio Pellico” di via Ananian (Trieste).
 
Il Cartellone 2020-2021 prevede 8 commedie in abbonamento e 1 fuori abbonamento. Spettacoli variegati nei temi e nei generi, in prevalenza comici e brillanti o anche tinti di giallo, non mancherà la consueta commedia musicale. Un Teatro che vedrà protagonisti gli oltre 200 soci (autori, registi, attrici, attori, tecnici, ecc.) di nove delle dieci Compagnie de L’ARMONIA, tutte affiliate F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatori.
 
 
Il Cartellone inizierà con due commedie programmate, ma non messe in scena causa COVID-19, nella passata Stagione: TUTI OGI?!? recupero per gli Abbonati 2019/2020; PAPACI, CARO PAPACI ingresso gratuito per gli Abbonati 2019-2020. Il recupero darà diritto, su richiesta, presentando il vecchio tagliando di abbonamento, ad uno sconto sull’acquisto di quello nuovo: sconto € 6,50 per il ridotto – sconto € 8,00 per l’intero.
Questi due spettacoli saranno comunque ad ingresso gratuito per gli abbonati della passata stagione, sempre esibendo alla cassa il vecchio tagliando di abbonamento.
 
 
Il debutto della nuova Stagione vedrà protagonista la COMPAGNIA DEI GIOVANI con la divertente TUTI OGI?!? da “Tom, Dick e Harry” di Ray e Michael Cooney, traduzione di Maria Teresa Petruzzi (per gentile concessione della MTP Concessionari Associati S.r.l. – Roma) adattamento in dialetto triestino di Agostino Tommasi, regia di Julian Sgherla (16-17-18 / 23-24-25 ottobre).
 
Il secondo appuntamento sarà con la Compagnia I ZERCANOME e la commedia fuori abbonamento intitolata PAPACI, CARO PAPACI di Gianfranco Gabrielli, regia di Luciano Volpi (30-31 ottobre 1 / 6-7-8 novembre).
 
Il Cartellone proseguirà con il Gruppo IL GABBIANO e la commedia divertente DEME PASE…! da “Un’ora di tranquillità” di Florian Zeller, adattamento in dialetto di Monica Parmegiani, regia di Riccardo Fortuna (13-14-15 / 20-21-22 novembre).
 
Torna l’appuntamento con la commedia musicale in dialetto a firmata dalla Compagnia TUTTO FA BRODUEI intitolata VICINI DE CASA di Stefano Volo, coreografie di Stage Lab, regia di Stefano Volo & Laura Vicenzotti (27-28-29 novembre / 4-5-6 dicembre).
 
Per cominciare assieme in allegria l’anno 2021 al teatro di via Ananian ritornerà il Gruppo AMICI DI SAN GIOVANNI con UN AMOR A BASSA PRESSION di Giuliana Artico, regia di Giuliano Zannier (15-16-17 / 22-23-24 gennaio).
 
A seguire la Compagnia EX ALLIEVI DEL TOTI con la commedia divertente OPERAZION PONTEROSSO da “Occhio alla Spia” di John Chapman e Michael Pertwee, traduzione di Maria Teresa Petruzzi (per gentile concessione della MTP Concessionari Associati S.r.l. – Roma) adattamento in dialetto e regia di Roberto Tramontini (29-30-31 gennaio / 5-6-7 febbraio).
 
Ritorna sul palco del “Silvio Pellico” anche la Compagnia QUEI DE SCALA SANTA con la commedia EL ZOGO DE LE TRE PORTE da “Tre sull’altalena” di Luigi Lunari, adattamento in dialetto di Sabrina Gregori, regia di Silvia Grezzi (19-20-21 / 26-27-28 febbraio).
 
La Stagione de L’ARMONIA proseguirà con il Gruppo PROPOSTE TEATRALI e la nuova commedia CASALINGHE DISPERADE da “Le Cognate” di Michael Tremblay, adattamento in dialetto e regia di Alessandra Privileggi (5-6-7 / 12-13-14 marzo).
 
L’ultimo spettacolo in abbonamento verrà allestito tradizionalmente dalla Compagnia de L’ARMONIA che presenterà MI, TI, LUI E L’ANTRIOS da “Art” di Yasmina Reza, adattamento in dialetto e regia di Riccardo Fortuna (19-20-21 / 26-27-28 marzo).
 
 
 
 
CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020-2021 de L’ARMONIA presso la biglietteria TICKETPOINT di Corso Italia 6/c a Trieste (1°PIANO): abbonamenti a TURNO FISSO del 1° e 2°o Venerdì, 1° e 2° Sabato, 1a e 2a Domenica - TURNO LIBERO.
 
ABBONAMENTI: INTERO € 64,00 - RIDOTTO € 53,00 (meno di 25 o più di 65 anni e a coloro che lo acquisteranno presso Circoli aziendali, Associazioni culturali, ricreative, ecc.). Convenzione Soci Coop Alleanza 3.0 e Clienti Banca Mediolanum riduzione estesa a tutte le fasce d’età.
 
 
In merito alle riconferme, causa la restrizione della capienza del teatro e relativi distanziamenti (normativa COVID-19), gli Abbonati a Turno Fisso della passata Stagione dovranno recarsi al Ticketpoint entro sabato 3 ottobre 2020 per scegliere un nuovo posto.
 
 
BIGLIETTI: INTERI € 10,00 - RIDOTTI € 8,00 (spettatori con meno di 25 anni o più di 65) – UNDER-14 € 5,00 (+ € 1,00 di prevendita) - SOCI COOP ALLEANZA 3.0 e CLIENTI BANCA MEDIOLANUM € 8,00 (esteso a tutte le fasce d'età).
 
 
Il Cartellone verrà presentato agli Abbonati al Teatro di via Ananian domenica 4 ottobre alle ore 18.00, la Compagnia de L’ARMONIA metterà in scena lo spettacolo a leggìo “CECCHELIN: framenti de memorie” di Carlo Fortuna, regia di Riccardo Fortuna. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria al TICKETPOINT.