Tumore al fegato, importantissima scoperta sulla via della cura: nel team anche Università di Trieste

Tumore al fegato, importantissima scoperta sulla via della cura: nel team anche Università di Trieste

Il prof. Gabriele Grassi del Dipartimento di Scienze della Vita, in collaborazione con il prof. Mario Grassi (Dipartimento di Ingegneria ed Architettura), ha pubblicato sulla rivista “Journal of Controlled Release”  un nuovo sistema per il rilascio di farmaci basati sugli small interfeering RNAs (siRNAs). Il sistema è pensato per il trattamento del carcinoma epatico per il quale, ad oggi, le terapie esistenti sono molto poco efficaci.

Il sistema di rilascio (SR) sviluppato si basa sulla creazione di un nuovo polimero in grado di legare le molecole terapeutiche (siRNA) e di rilasciarle in modo specifico alle cellule di carcinoma epatico. 

Il SR, oltre ad essere molto efficiente, ha il pregio di non interessare le cellule epatiche normali che possono quindi continuare a svolgere le funzioni del fegato essenziali per la sopravvivenza dell’individuo. 

La possibilità del SR di discriminare tra cellule epatiche sane e cellule tumorali si basa sulla capacità di legarsi ad un recettore (recettore per le asialo-glico-proteine) over-espresso nelle cellule tumorali rispetto alle cellule epatiche sane. Oltre a questo livello di specificità, il SR ne ha un secondo dovuto al fatto che i siRNA rilasciati sono diretti contro geni patologici over-espressi nelle cellule tumorali rispetto alle cellule epatiche sane.

Il lavoro svolto, si configura come una collaborazione tra DSV (prof. G Grassi), DIA (prof. M Grassi), DSMCS (Prof. Zanconati) il gruppo della prof. G Cavallaro (Università di Palermo) e della Prof. Maja Cemazar (Istituto di Oncologia di Lubiana). Il risultato ottenuto è quindi il frutto della integrazione di competenze diverse: dalla biochimica, alla medicina, alla farmaceutica e all’ingegneria a dimostrazione del fatto solo un alto grado di multidisciplinarietà può portare a risultati in un settore complesso come quello della cura dei tumori.

Link alla pubblicazione: 

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0168365920306696?dgci...