Raccolti 165mila euro per la nuova area di accoglienza al Burlo

Raccolti 165mila euro per la nuova area di accoglienza al Burlo

"L'obiettivo è quello di mettere in sicurezza e qualificare ulteriormente la nostra attività sanitaria, riconosciuta nondimeno per la sua qualità ed efficienza. Infatti, il Burlo Garofalo è stato recentemente riconosciuto tra i primi 120 miglior ospedali del mondo in area materno infantile", così un rappresentante dell'ospedale infantile. La catena Despar, ormai già da dieci anni svolge raccolte fondi due volte l'anno - una a favore delle donne e una per il Burlo - dimostrando il proprio impegno per il sociale.

"In questo caso, i fondi confluiranno per una migliore accoglienza agli utenti, creando un'area a misura di bambino e per le famiglie, al fine di trasmettere rassicurazione, empatia e tranquillità, sensazioni difficili da trovare in un ambiente ospedaliero", spiega "ora siamo nella fase processuale e siamo in procinto di realizzare le opere necessarie, e questo investimento andrà a favore anche dell'attrezzatura elettromedicale e per la ricerca. Contiamo di inaugurare la nuova area entro l'estate". Un ringraziamento speciale è stato diretto ai cassieri della catena Despar, distinti per il loro ruolo operativo e informativo alla clientela, e un grazie anche a quest'ultima che ha effettuato oltre 350mila piccole donazioni raggiungendo l'importante cifra di 165mila euro.

"Questo ci conferma quanto i cittadini abbiano creduto e credano nell'attività dell'istituto e nel progetto, anche più del solito - in Regione si sono registrate il 65% delle donazioni -. Non è importante la somma totale ma sono i piccoli gesti a fare la differenza", conclude il rappresentante del Burlo. Presente anche il governatore Massimiliano Fedriga, il quale ha dichiarato: "questo è un importante esempio di come la comunità si aiuti reciprocamente e creda nell'eccellenza del Burlo a livello internazionale. Credo inoltre sia davvero importante tutta l'attività svolta dal personale medico e sanitario, che supera i limiti umani per cercare di aiutare i bambini e le loro famiglie in momenti estremamente difficili". Infine, Fedriga ha lodato la collaborazione con Despar sia a livello cittadino che regionale.