Covid, carica virale in forte scesa rispetto ad ottobre

Covid, carica virale in forte scesa rispetto ad ottobre
In forte scesa la carica virale nei tamponi, ossia il numero delle copie di materiale genetico del nuovo coronavirus presenti in un millilitro di materiale biologico prelevato. Come annunciato dal virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca e direttore del laboratorio Cerba di Milano, attualmente solo il 5% dei pazienti analizzati, pari al 20% dei positivi, possiede una carica virale superiore al milione. Solo lo scorso ottobre, invece, la possedava l'80% dei pazienti. "Le cariche virali stanno diminuendo significativamente rispetto ad inizio di ottobre, quando circa l'80% dei positivi aveva una carica superiore ad 1 milione, indicando una riduzione delle infezioni attive. È un'importante informazione che giustifica perché i test antigenici immunocromatografici vadano sempre peggio e siano poco affidabili", ha commentato Broccolo evidenziando anche che solo l'1% dei pazienti, pari al 5% dei positivi, supera invece il miliardo.