Barcola, si tuffa in acqua perché ha caldo: sanzionato cittadino extracomunitario

Barcola, si tuffa in acqua perché ha caldo: sanzionato cittadino extracomunitario
Un cittadino extra-comunitario, di 23 anni, è stato notato da un equipaggio Digos, poco dopo l’ora di pranzo, all’altezza della Pineta di Barcola, sul Lungomare B. Croce mentre si toglieva gli indumenti e, dopo essere salito sulla scaletta, si tuffava in acqua.
I due operatori della pattuglia si fermavano e si avvicinavano al soggetto – che stava nuotando beatamente a rana – e chiedevano informazioni sulle motivazioni del suo comportamento e sul perché si trovasse lì in quel momento.
Lo straniero, che parlava italiano correntemente ed è regolare in Italia, rispondeva di trovarsi lì per fare una passeggiata e di essersi tuffato poiché invogliato dalla bella giornata e dalla temperatura primaverile.
Diceva di non essere a conoscenza delle normative adottate in periodo di Covid e di ritenere di poter fare il bagno senza problemi e con tutta la tranquillità del caso, stupendosi anche della scarsissima presenza di persone sul lungomare.
Dopo pochi istanti il giovane ha terminato la sua nuotata e, risalita la scaletta, gli è stata contestata la violazione del caso.