Incontro tra le rappresentanze sindacali del comparto e della dirigenza e la Direzione strategica di ASUGI

Incontro tra le rappresentanze sindacali del comparto e della dirigenza e la Direzione strategica di ASUGI

In data odierna è stato convocato l’incontro tra le tutte le rappresentanze sindacali del comparto e della dirigenza e la Direzione strategica di ASUGI.

L’intento è quello di ribadire che il superaffollamento è un problema nazionale, come testimoniano quotidianamente i dati riportati dalle varie testate giornalistiche nazionali, che perdura da molti anni. Il Pronto Soccorso è comunque un servizio rivolto alla cittadinanza che rimane in ogni caso aperto e a disposizione dell’utenza.

Dall’analisi organizzativa di ASUGI svolta dalla Direzione strategica assieme ai servizi di supporto, si evidenziano alcune criticità in parte anche legate a pazienti Covid che sono ancora presenti presso i nostri ospedali e RSA. L‘RSA San giusto attualmente ospita 21 pazienti Covid.

Una delle variabili che hanno ulteriormente influenzato la gestione e l’organizzazione del Pronto Soccorso nel 2022 è stata l’introduzione del sistema di Triage a 5 colori, che ha indubbiamente ridotto gli errori, ma ha allo stesso tempo reso difficile la gestione e l’organizzazione, in quanto  risulta più difficile processare i pazienti rispetto al 2019/2020, peggiorando così i tempi di attesa.

È quindi importante trovare processi innovativi di miglioramento: nel 2019 la sala gessi è stata spostata per poter processare i pazienti poco complicati in tempi brevi, creando un’area osservazione (RAU) con l’obiettivo di evitare il ricovero. Tale unità è stata operativa nel 2019, durante la Pandemia ha dovuto però cedere i medici all’area Covid. L’obiettivo è tuttavia quello di mantenerla, ripristinando le sue funzioni con delle risorse appositamente dedicate.

Durante il periodo della Pandemia sono stati chiusi 31 posti letto al 14esimo piano di cui 21 presso la Clinica Chirurgica e 10 presso la Clinica Ortopedica. La chiusura è stata dettata dall’esigenza di aprire reparti Covid e potenziare i reparti semi-intensivi.

Da maggio tuttavia sono stati riaperti i 10 posti letto presso la Clinica Chirurgica nel 14esimo piano. Inoltre, con Circolare del 18 novembre 2022, ASUGI comunica alle SSLL che saranno progressivamente ripristinati a 24 i posti letto della SC Riabilitazione del Maggiore. In generale, i posti sono in fase di progressiva riapertura man mano che si acquisisce personale infermieristico, che è attualmente ancora carente. Entro la fine dell’anno è stata comunque assicurata la riapertura totale dei posti letto.

Al fine di poter rispondere ai problemi che riguardano i posti letto verranno inoltre messi in campo gli Ospedali di comunità, strutture del territorio, che prevedranno 80 posti letto per l’area giuliana e 60 posti letto per l’area isontina, per un totale di 140 posti letto aggiuntivi. Tale progetto inizierà a realizzarsi a partire da metà dicembre con l’apertura di 20 posti letto per pazienti a bassa complessità clinica, modulo che è destinato a raddoppiare in tempi brevi, portando quindi 40 nuovi posti letto. Sul tema è già stato programmato un incontro per venerdì prossimo con diverse realtà sociali e con il Comune di Trieste.

Inoltre, i reparti internistici renderanno disponibili 15 posti letto giornalieri (attualmente sono 7) in modo da fornire supporto al Pronto Soccorso.

È previsto in aggiunta il potenziamento della sorveglianza con l’attivazione della guardia notturna fissa con orario 22:00 – 6:00/8:00.

Durante la Pandemia è nato in più un servizio di Bed manager, che necessita di essere migliorato e potenziato, al fine di raggiungere un’adeguata gestione e organizzazione non solo dei posti letto, ma anche delle dimissioni. L’obiettivo è quello di riuscire ad estendere le dimissioni anche nel weekend e nelle prime ore della giornata, anziché concentrarle nelle ore pomeridiane. A questo problema si lega anche il potenziamento dei trasporti, che se mancanti vanno a ritardare le dimissioni.

Per quanto riguarda l’ampliamento dell’area, a seguito del contratto di appalto di ristrutturazione dell’Ospedale di Cattinara per la realizzazione della prima fase dei lavori di adeguamento della struttura del Pronto Soccorso, per un’area di circa 250mq, i lavori verranno avviati nella settimana dal 5 al 12 di dicembre. Questo intervento richiederà l’inserimento di 5 figure infermieristiche. È inoltre previsto entro fine anno l’intervento di ristrutturazione complessiva che porterebbe l’area del Pronto Soccorso da 1800mq a 3000mq al fine di creare un’area più consona per la gestione dei flussi di entrata e uscita e per ridare dignità ai pazienti che accedono al Pronto Soccorso, nonché al personale che ci lavora.

Per quanto concerne l’acquisizione del personale, nell'ultimo anno ASUGI ha indetto diversi Avvisi e Concorsi Pubblici al fine di reclutare tutto il personale medico possibile.

 

Nella giornata di ieri, 21 novembre 2022, ASUGI ha comunicato l’avvio delle procedure di stabilizzazione del personale precario in coerenza con la determinazione del fabbisogno ed in linea con la relativa copertura finanziaria prevista. Le procedure di stabilizzazione del personale in possesso dei requisiti e rientrante nel fabbisogno avranno la precedenza rispetto alle assunzioni mediante gli ordinari mezzi di reclutamento. Gli avvisi di ricognizione del personale sanitario e sociosanitario potenzialmente stabilizzabile verranno pubblicati entro il 30 novembre 2022. 

Le stabilizzazioni riguardano diversi profili professionali e da una prima ricognizione interna sul personale ancora in servizio risultano essere pari a circa 90 unità. A breve tuttavia verrà aperto un nuovo avviso da cui potranno emergere ulteriori posizioni.

 

Inoltre settimanalmente ASUGI, in risposta alle esigenze segnalate dalle strutture e per garantire il funzionamento dei servizi sanitari e di supporto provvede all'acquisizione di personale mediante scorrimento delle graduatorie vigenti.

 

ASUGI conviene con le organizzazioni sindacali che le dotazioni attuali di personale sia medico che assistenziale è coerente con le attuali organizzazioni di attività che vengono svolte.

 

Il prossimo incontro con tutte le rappresentanze sindacali del comparto e della dirigenza e la Direzione strategica di ASUGI è previsto tra il 15 e il 16 dicembre 2022.